SAFETY – Addetto alla sorveglianza

Articolo di Rosa Bertuzzi

Il personale addetto al controllo, iscritto negli elenchi provinciali, può essere utilizzato nei luoghi aperti al pubblico ove si effettuino attivita’ di intrattenimento e di pubblico spettacolo, nei pubblici esercizi e negli spazi parzialmente e temporaneamente utilizzati ai fini privati, ma, comunque, inseriti in luoghi aperti al pubblico, per lo svolgimento delle seguenti attività:
controlli preliminari ( con l’osservazione sommaria dei luoghi per verificare la presenza di sostanze illecite o oggetti proibiti e l’obbligo di immediata comunicazione alle forze di polizia; la verifica che non ci siano ostacoli alle vie di fuga);
controlli all’atto dell’accesso del pubblico ( presidio degli ingressi e regolamentazione dei flussi di pubblico, controllo sommario visivo delle persone ed eventuale verifica di un valido titolo di accesso qualora previsto e del documento di riconoscimento);
controlli all’interno del locale ( attività generica di osservazione per la verifica del rispetto delle disposizioni, prescrizioni o regole di comportamento stabilite da soggetti pubblici o privati).

L’addetto può concorrere alle procedure di primo intervento per interrompere risse o altro, a meno che ciò non comporti l’esercizio delle pubbliche funzioni, né l’uso della forza o di altri mezzi di coazione o l’esposizione a profili di rischio.

>> Continua a leggere il nuovo E-book di Rosa Bertuzzi  SAFETY – ADDETTO ALLA SORVEGLIANZA”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.