Questo articolo è stato letto 52 volte

Superficie minima di somministrazione

Il Tar Toscana, con sentenza n. 336 del 17 febbraio 2011 ha affermato che per ovviare all’insufficienza della superficie di minima di somministrazione, qualora questa sia prevista dalla programmazione comunale, è possibile ricomprendere le superfici esterne nella determinazione della superficie destinata alla somministrazione, in quanto nel comune in questione la delibera consiliare include nella nozione di “locali dell’azienda” tutti gli spazi a disposizione della stessa azienda, a qualunque titolo, comprese le pertinenze esterne.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *