Questo articolo è stato letto 3 volte

Al via la sperimentazione della Comunicazione Unica per la nascita dell’impresa

Un unico modulo da compilare e inviare nell’arco dell’intera giornata tramite Internet, con la certezza di ricevere, in tempo reale e senza muoversi dal proprio computer, il via libera per creare, modificare o chiudere un’impresa, assolvendo a tutti gli obblighi riguardanti il Registro delle imprese, l’INPS per gli aspetti previdenziali, l’INAIL per quelli assicurativi, l’Agenzia delle Entrate, per quelli fiscali e per l’ottenimento della partita Iva.
Questo è possibile dal 1° ottobre, grazie alla Comunicazione Unica, che giunge alla fase di sperimentazione. La sperimentazione terminerà il 31 marzo 2010 e, dal 1° aprile, le comunicazioni di avvio dell’impresa dovranno essere presentate unicamente per via telematica o su supporto informatico all’ufficio del registro delle imprese. Tutte le Camere di Commercio hanno già effettuato i test necessari a mettere a punto l’infrastruttura telematica gestita da Infocamere,
Una delle novità più rilevanti introdotte dalla “comunicazione unica” è rappresentata dall’obbligo esteso a tutte le imprese, anche a quelle individuali, di trasmettere le dichiarazioni agli uffici del registro delle imprese per via telematica o su supporto informatico. La presentazione della “comunicazione unica” richiede il possesso della firma digitale da parte degli interessati che devono sottoscrivere digitalmente il modello.
Le Camere di commercio hanno reso gratuito l’utilizzo del software “ComUnica”, che guida l’utente nella compilazione del modello e hanno pubblicato sul sito internet www.registroimprese.it la “Guida alla compilazione della comunicazione unica d’impresa”.
La “comunicazione unica”, una volta inviata dall’interessato all’ufficio del registro delle imprese, è sottoposta dal sistema informatico del Registro delle imprese ad una serie di verifiche, le quali dovranno avere tutte esito positivo, altrimenti la “comunicazione unica” è considerata irricevibile ed il sistema notifica immediatamente l’informazione alla casella di posta elettronica certifica dell’utente e, in area riservata, all’utente nel sito.
Qualora le verifiche abbiano, invece, tutte esito positivo, la “comunicazione unica” viene protocollata immediatamente nel sistema del registro delle imprese.
Una volta effettuato il protocollo elettronico, il sistema rilascia la ricevuta che costituisce titolo per l’immediato avvio dell’attività imprenditoriale.La ricevuta viene inviata all’indirizzo di posta elettronica certificata dell’impresa e, nel caso che il richiedente sia persona delegata, all’indirizzo di posta elettronica certificata di colui che ha trasmesso la “comunicazione unica” .

>> Circolare Unioncamere 30/9/2009 prot.14594

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>