Questo articolo è stato letto 3 volte

ANTITRUST – Proposte di riforma concorrenziale ai fini della legge annuale per il mercato e la concorrenza

Nella segnalazione AS659 del 4 febbraio 2010 a Governo e Parlamento, l’Autorità, in vista della prima legge annuale sulla concorrenza, chiede maggiori poteri per tutelare meglio la concorrenza e i consumatori.
Occorre, infatti, secondo l’Autorità, rivedere le norme che proteggono dalla concorrenza i servizi postali, ferroviari, autostradali e aeroportuali. Per l’Autorità la legge annuale rappresenta uno strumento normativo di particolare efficacia per completare il processo di modernizzazione concorrenziale dell’economia nazionale. Le riforme, che dovranno essere continue nel tempo e progressive, dovranno partire dai settori più critici e svilupparsi verso quelli meno protetti in un disegno complessivo e graduale.
Poste, Ferrovie, Autostrade e Aeroporti rappresentano, secondo l’Antitrust, i settori sui quali intervenire in via prioritaria per definire un assetto realmente competitivo della realtà economica del Paese. Sono comparti che vanno accompagnati dalla creazione di regolatori autorevoli e indipendenti, evitando però di istituire nuove Autorità.
Per le banche e le assicurazioni l’Autorità ribadisce l’esigenza di una legge di principi che riformi la governance. Essenziali le riforme anche nel settore dell’energia, a partire da un nuovo assetto della rete dei carburanti che va resa più efficiente e da una modifica delle modalità di accesso al mercato dello stoccaggio.

Segnalazione Autorità garante della concorrenza e del mercato 9/2/2010 n. AS659
Proposte di riforma concorrenziale ai fini della legge annuale per il mercato e la concorrenza

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>