Questo articolo è stato letto 16 volte

ESERCIO PUBBLICO – Gioco d’azzardo

Presso un pubblico esercizio veniva utilizzato un apparecchio, privo di titolo autorizzatorio nonché di targhette e codici identificativi, classificabile come videogioco per il poker online, c.d. Totem. Viene sequestrato per violazione dell’art.110, comma 7, del T.U.L.P.S. e viene irrogata all’esercizio una sanzione di € 4.000,00.

La Suprema Corte stabilisce che le macchine da gioco che riproducono in tutto o in parte il gioco del poker sono comunque vietate. 

Vedi il testo della sentenza della Corte di Cassazione, 7 gennaio 2016

 

 

 

Novità editoriale

Scia, silenzio assenso e conferenza di servizi

di Saverio Linguanti 

Nato a seguito della riforma della Pubblica Amministrazione operata dalla legge n. 124/2015, questo nuovo volume specialistico, completo e aggiornato con la disciplina del silenzio-assenso e della conferenza di servizi, rappresenta uno strumento unico per la puntualizzazione di tutti gli aspetti amministrativi più rilevanti della SCIA, sia in fase di ricevimento che in fase di gestione e controllo da parte di amministrazioni e uffici competenti per materia.

Per maggiori informazioni >CLICCA QUI<

 

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>