Questo articolo è stato letto 172 volte

I giochi (leciti!) fra distanze e orari

Articolo di Domenico Trombino

ludopatia

Avanzano i lavori preparatori per il riordino della disciplina del gioco pubblico. Il sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta, intervenendo in audizione davanti alla commissione Finanze del Senato, il 17 maggio scorso, ha confermato la volontà del Governo di non lasciare questo settore senza regole certe e unitarie ed ha annunciato che, sinora, è  stata raggiunta l’intesa con gli Enti locali e una parte delle Regioni, in ordine all’introduzione della facoltà per i sindaci di applicare le distanze dai luoghi sensibili fino a 150 metri da luoghi di culto, scuole e Sert e di interrompere fino a sei ore, durante il giorno, la possibilità di giocare alle Aw, nonché la decisione di accedervi solo utilizzando la tessera sanitaria.

>> Continua a leggere l’articolo

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>