Questo articolo è stato letto 178 volte

I titoli autorizzatori nell’attività di intrattenimento e spettacolo (II parte)

Approfondimento di Adolfo Antonio Bonforte

festa8

Per meglio comprendere gli intendimenti del decreto legislativo 222/2016, è importante esplicitare l’iter legislativo che ha condotto ad esso, a partire dall’articolo 5 della legge 7 agosto 2015, n. 124 in cui erano stati individuati i procedimenti oggetto di “Segnalazione certificata di inizio attività, silenzio assenso, autorizzazione espressa e comunicazione  preventiva”.

Nel decreto legislativo 126/2016 (13) sono state in seguito declinate le regole generali applicabili ai procedimenti attinenti alle attività private non vincolate ad autorizzazione espressa e subordinate a segnalazione certificata di inizio di attività, comprese le procedure di presentazione delle istanze alle Pubbliche Amministrazioni.

Mediante decreti successivi sono state poi indicate le attività oggetto di procedimento di mera comunicazione o SCIA, precisando che, tutte le attività private non espressamente individuate ai sensi dei medesimi decreti o specificamente oggetto di disciplina da parte della normativa europea, statale e regionale, sono libere.

 

Continua la lettura dell’APPROFONDIMENTO

 

Vedi la prima parte

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>