Questo articolo è stato letto 137 volte

IL CASO – spettacolo viaggiante – installazione – requisiti

gonfiabili

Il titolare di una catena di negozi per bambini intende aprire anche nella nostra città un punto vendita in franchising ed installare all’interno anche un Playground, media attrazione dello spettacolo viaggiante, regolarmente registrata e dotata di codice identificativo, a scopo ludico e di intrattenimento, totalmente gratuito.
Il proprietario della catena, che non sarà presente nel negozio, in cui opererà solo personale dipendente, chiede il rilascio a suo nome della licenza exart. 69 del Tulps. Ma è possibile rilasciare una licenza di esercizio di spettacolo viaggiante ad una persona, non residente nel nostro comune, per gestire, a fini non imprenditoriali, un’attrazione installata in uno spazio commerciale, senza che la stessa “gestisca” direttamente l’attrazione Inoltre, sarebbe necessario un adeguamento dell?iscrizione camerale espressamente per questo tipo di attività?

 

Vuoi conoscere la risposta dei nostri esperti? Continua a leggere QUI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>