Cosa possono (e dovrebbero) fare le amministrazioni in materia di accesso

Articolo di Domenico Trombino

Una differenza rilevante fra l’accesso civico generalizzato e l’accesso procedimentale sta nell’impossibilità, per le amministrazioni, di limitare l’espressione del relativo diritto, individuando categorie di atti da sottrarre al primo – con atto meramente amministrativo, ma anche con atto formalmente amministrativo e sostanzialmente normativo, come un regolamento – ciò che è invece espressamente previsto dall’art. 24, comma 6, della legge 241/90, con riferimento al secondo.

>> Continua a leggere l’articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *