IL CASO – accertamento – verbale ispezione – violazione – prescrizione

» Quesito

La competente ULSS ha condotto un accertamento presso un bar contestando un illecito amministrativo. Alla presenza del titolare ha redatto un “verbale di controllo ufficiale” laddove sono stati inseriti i momenti temporali e di luogo della verifica, è stato indicato l’illecito vilato ed è stato comunicato l’arrivo successivo del verbale di sanzione amministrativa. Tale verbale di controllo ufficiale è stato sottoscritto dalle parti ovverosia dal titolare e dai verbalizzanti. N.B.: il cosiddetto “verbale di controllo ufficiale” non indicava l’ammontare della sanzione pecuniaria né l’autorità adita al ricevimento del ricorso. Purtroppo, per errore di pec il processo verbale di contestazione non è mai arrivato al titolare e, quindi, la relata di notifica non si è perfezionata. Domanda: l’Autorità adita dovrà giocoforza archiviare il processo verbale per vizio di notifica, oppure, tenendo conto del cosiddetto “verbale di controllo ufficiale” sottoscritto dal titolare, ancorché sprovvisto dell’indicazione della somma da pagare e dell’autorità a cui ricorrere ma provvisto dell’indicazione dell’illecito violato, si possa procedere in qualche modo.

» Risposta

Quello che è stato redatto descrive gli atti che sono stati svolti durante il controllo, comunemente definito anche verbale di ispezione (si veda art.13 legge 689/81), la verbalizzazione dell’illecito amministrativo invece, nella quale deve essere indicato l’importo da pagare entro 60 giorni, i termini per proporre ricorso, l’autorità competente e ogni altro riferimento normativo, deve essere notificato all’autore della violazione e/o all’obbligato in solido, entro 90 giorni dall’accertamento a pena di prescrizione.  Se tale termine è stato superato la violazione si intende prescritta per mancata notificazione entro i termini.

 

 

TI CONSIGLIAMO

I volumi Maggioli Editore per il Commercio

main product photomain product photo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Non  sei abbonato?

Contattaci per informazioni o password di prova al servizio

oppure

Chiamaci al numero 0541.628200
dal Lunedì al Venerdì, dalle 8.30 alle 17.30

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *