IL CASO – commercio su area pubblica – somministrazione – parco pubblico

» Quesito

Un’impresa, in possesso di autorizzazione del Comune di residenza del titolare per commercio al dettaglio ambulante di prodotti alimentari e bevande (ristorazione senza somministrazione con preparazione di cibi da asporto), ha ottenuto autorizzazione all’occupazione del suolo pubblico in un parco urbano in cui intende svolgere l’attività di vendita di alimenti e bevande su mezzo mobile. Per poter avviare l’attività, che si svolgerà tutti i giorni fino a fine stagione estiva, è necessaria presentazione di scia per somministrazione temporanea di alimenti e bevande (con relativa notifica sanitaria)? O essendo titolare già di autorizzazione per commercio itinerante da altro comune non risulta necessario nessun altro adempimento?

» Risposta

In primo luogo occorre verificare  se il bando pubblico al quale l’interessato ha partecipato al fine di ottenere la concessione, era per il commercio su area pubblica oppure per attività di somministrazione di alimenti e bevande; nel primo caso si tratterà di commercio su posteggio isolato e quindi oltre alla concessione di suolo andrà rilasciata autorizzazione per commercio su area pubblica di tipologia A. Il commerciante su area pubblica può effettuare somministrazione se possiede anche i requisiti morali per questa attività.  Se nel bando invece si faceva riferimento ad attività di somministrazione stagionale o temporanea l’interessato dovrà presentare Scia unica comprensiva anche di Scia sanitaria

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.