IL CASO – somministrazione – rientro in possesso – gestione

Un gestore affittuario di pubblico esercizio di somministrazione alimenti e bevande comunica la cessazione dell’attività a maggio 2018.

Il titolare non presenta SCIA di reintestazione dell’attività e stipula ad agosto 2018, mediante atto notarile, nuovo contratto di affitto d’azienda con altro operatore, il quale vorrebbe oggi iniziare l’attività di somministrazione di alimenti e bevande per subingresso.

Si chiede:

1) Il titolare era obbligato a presentare la SCIA di reintestazione? Non avendola presentata poteva stipulare nuovo contratto d’affitto non avendone la titolarità dell’esercizio in quanto non si era reintestato l’azienda? Come può oggi sanare, in presenza del nuovo contratto d’affitto?

 

Vuoi conoscere la risposta dei nostri esperti? Continua a leggere QUI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.