IL CASO – somministrazione – trattenimento

» Quesito

Buongiorno con la presente si chiede se una manifestazione di intrattenimento musicale e somministrazione di alimenti e bevande con la durata 3 giorni (solo 3/4 ore per ogni giorno) con capienza massima prevista di 200 persone, ubicata all’aperto, senza impianti o strutture di stazionamento del pubblico e tensiostrutture, ma solo con un impianto elettrico per l’amplificazione della strumentazione musicale e/o impianto luci , NECESSITA della relazione tecnica di un tecnico abilitato come previsto dal regolamento T.U.L.P.S. Può essere trasmesso il tutto tramite una SCIA o è necessaria una richiesta di autorizzazione perché su più giorni (anche se per poche ore ogni giorno)?

» Risposta

In primo luogo sarà necessario che l’interessato richieda ed ottenga la concessione di suolo pubblico per lo svolgimento della manifestazione se si tratta di area pubblica;, quindi, trattandosi di trattenimento in forma imprenditoriale perché svolto congiuntamente ad attività di somministrazione sarà necessario che l’interessato, oltre alla certificazione di previsione di impatto acustico e quindi la richiesta e l’ottenimento dell’autorizzazione all’emissione in deroga del superamento dei limiti acustici, presenti anche la certificazione di corretto montaggio del palco se installato, messa a terra dell’impianto elettrico e agibilità dell’intera area che se di capienza non superiore alle 200 persone potrà essere certificata da un tecnico abilitato iscritto all’albo; quindi dovrà richiedere il rilascio della licenza prevista dall’articolo 68 del TULPS sostituibile, in tale ipotesi, dalla SCIA prevista  dall’articolo 38 bis del DL  76/2020 che è stato prorogato al 31.12.2022. Per la somministrazione potrà essere presentata SCIA per somministrazione temporanea in occasione dell’evento. Occorre anche attenersi alle indicazioni della Circolare Piantedosi del 18 luglio 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.