IL CASO – trattenimento – commissione vigilanza – parere – licenza

» Quesito

Nel caso in cui la CCVLPS, in sede di verifica sul posto di pubblico spettacolo per eventi con partecipazione di un pubblico superiore alle 200 persone, non rilasci il parere perché il plateatico non completamente allestito, il titolo autorizzatorio ex art. 68 TULPS non può di conseguenza essere adottato; può in suo luogo essere sostituito con un atto del Presidente della CCVLPS che decide autonomamente sulla realizzazione del PS dando lui stesso parere favorevole in sede di riunione tradotta poi nel verbale?

» Risposta

Il parere della commissione comunale, o provinciale, di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo è valido solamente se dato per scritto e alla presenza di tutti i suoi componenti, non potrà quindi essere assimilato al citato parere l’atto del solo presidente che decide autonomamente sulla regolarità dell’impianto. La licenza comunque deve essere rilasciata a cura e firma del responsabile del servizio e non del Sindaco, cosa questa che potrebbe avvenire anche in mancanza del parere espresso, anche se in tale ipotesi tutte le eventuali responsabilità cadrebbero su colui che ha firmato l’atto autorizzativo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.