IL QUESITO DEL GIORNO – Somministrazione – Circolo privato – Agibilità

» Quesito

Il presidente di una associazione non aderente ad organismi od enti nazionali, ha presentato la scia per la somministrazione di alimenti e bevande ai soli soci. Per il locale dove si svolgerà la somministrazione il tecnico ha presentato la richiesta di agibilità all’Ufficio Tecnico, mentre la destinazione d’uso è agricola. Alla scia ha allegato la perizia giurata, la piantina planimetrica e la relazione tecnica oltre alla notifica sanitaria. Considerato che la destinazione d’uso può essere anche quella agricola, nelle more che l’Ufficio Tecnico rilasci l’agibilità, può bastare acquisire la perizia giurata e relativi allegati per l’inizio dell’attività .

» Risposta

Riteniamo che l’attività possa essere esercitata solamente in presenza della certificazione di agibilità edilizia, a salvaguardia della salute e della sicurezza dei soci; l’ufficio dovrebbe quindi richiedere quale integrazione all’interessato dell’acquisizione dei riferimenti che attestino il rilascio del certificato di agibilità sospendendo, per un periodo non inferiore a 30 giorni o comunque se antecedente per il tempo necessario a attestare l’avvenuto rilascio, ai sensi dell’articolo 19 comma 3 della legge n. 241/1990.

 

Sei interessato ad altri quesiti in materia di somministrazione?

Scarica e stampa la nuova raccolta

100 quesiti in materia di Disciplina degli esercizi pubblici di somministrazione
Pagine da raccolta quesiti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.