Le manifestazioni storiche caratterizzate da peculiari criticità

La direttiva n. 11001/1/110/(10) del 18 luglio 2018, al punto 10, affronta la particolare casistica di quelle manifestazioni storiche, caratterizzate da peculiari criticità per le quali le condizioni di tutela dei beni storici, monumentali ed ambientali non consentono la completa attuazione delle misure riportate nella linea guida.

Si tratta di manifestazioni che caratterizzano la storia, la cultura e le tradizioni tipiche di tanti luoghi del nostro Paese ma che presentano alti profili di pericolosità per il pubblico che vi prende parte sia per l’affolla-mento delle aree che per le caratteristiche dei luoghi in cui si svolgono o delle attrezzature installate.

Per consentire lo svolgimento di queste manifestazioni la direttiva prevede che per la loro progettazione si possa fare ricorso, ai fini del calcolo dei parametri dell’affollamento e dell’esodo, ai metodi prestazionali previsti dagli strumenti propri dell’ingegneria della sicurezza: “adottando l’approccio ingegneristico, il progettista dovrà dettagliare i passaggi che conducono ad individuare le condizioni più rappresentative del rischio al quale l’attività è esposta e quali siano i livelli di prestazione cui riferirsi in relazione agli obiettivi di sicurezza da perseguire.

In funzione degli obiettivi di sicurezza individuati, il progettista dovrà indicare quali sono i parametri significativi presi a riferimento per garantire il raggiungimento degli stessi obiettivi.

Pertanto, dovranno essere quantificati i livelli di prestazione, intendendo con ciò l’individuazione di valori di riferimento rispetto ai quali verificare che le scelte progettuali in termini di misure di sicurezza adottate consentano di perseguire i risultati attesi.

Tali valori potranno essere desunti dalla specifica letteratura tecnica riconosciuta a livello nazionale ed internazionale. Infine, in esito ai risultati dell’elaborazione effettuata, essi costituiranno i parametri di riferimento per attestare il raggiungimento dei livelli di prestazione prefissati e validare la progettazione proposta.”

Durante lo svolgimento della manifestazione l’organizzatore dovrà sempre garantire il rispetto e l’attuazione di quanto previsto nel piano di sicurezza della manifestazione.

DELLO STESSO AUTORE

Le manifestazioni dinamiche in spazi non delimitati
E. Fiore, M. Corradi (8/7/2022)
Il controllo delle manifestazioni a premio
E. Fiore, M. Corradi (5/7/2022)
Allestimento di singole attrazioni e luna park
E. Fiore, M. Corradi (30/6/2022)
L’autorizzazione sanitaria
E. Fiore, M. Corradi (21/6/2022)
Caratteristiche delle aree e degli allestimenti di circhi, parchi di divertimento e spettacoli viaggianti
E. Fiore, M. Corradi (15/6/2022)

PER APPROFONDIRE
I volumi Maggioli Editore per l’ufficio commercio

Fiere, sagre, feste paesane e spettacoli viaggianti
Adempimenti, controlli, aspetti di safety e security

di Elena Fiore e Miranda Corradi

– Trattenimenti, attrazioni, luna park
– Vendita di prodotti, mercatini, hobbisti
– Somministrazione temporanea
– Spettacoli di strada, processioni, fuochi artificiali
– Manifestazioni a premio, lotterie, pesche di beneficenza

Con casi pratici, schemi di regolamento, atti da redigere e check list per il rilascio delle licenze

Con Formulario con schemi di regolamento e modulistica in formato editabile

ACQUISTA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.