Questo articolo è stato letto 240 volte

Smart working nella Pa, al via il monitoraggio

Il Ministro per la Pubblica Amministrazione Fabiana Dadone con una  lettera rivolta alle amministrazioni, annuncia il lancio del questionario che servirà a raccogliere dagli enti tutte le necessarie informazioni quantitative e qualitative circa il lavoro agile messo a punto durante l’emergenza Covid-19, in modo da consolidare e rafforzare un cambiamento improvviso che può condurre, in prospettiva, la Pa verso il futuro.

Proprio in ragione di questo obiettivo strategico, Il Ministro ritiene fondamentale acquisire dati e informazioni aggiornati sullo stato di applicazione del lavoro agile nelle amministrazioni, avviando, attraverso il Dipartimento della Funzione Pubblica, un monitoraggio periodico per rilevare dati e informazioni sugli effetti del lavoro agile, sull’impatto dal punto di vista organizzativo delle attività nelle diverse realtà amministrative e nella gestione del personale pubblico.

Si tratta di informazioni che consentiranno di progettare e mettere a punto ulteriori azioni di supporto e sostegno di questa modalità di prestazione dell’attività lavorativa che ha ricadute determinanti sull’organizzazione del lavoro, in grado senz’altro di incrementare quel “valore pubblico” che le PA devono generare a favore della crescita e della coesione sociale del Paese.

Il questionario è accessibile online attraverso il portale del lavoro pubblico.

Gli esiti del monitoraggio, che si concluderà il prossimo 21 giugno, saranno pubblicati nella sezione “Lavoro agile e COVID-19” del sito istituzionale del Dipartimento della funzione pubblica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *