Questo articolo è stato letto 5 volte

Approfondimento: la stampa quotidiana e periodica e la distribuzione di carburanti in Toscana

Relazione tenuta al Convegno “Il commercio in Toscana oggi. Regolamento di esecuzione del Codice del commercio”, Firenze 28 aprile 2009

di G. Cardosi

VENDITA  DELLA  STAMPA  QUOTIDIANA E PERIODICA 
                                                    
1. Tipologie degli esercizi di vendita.                      

Gli esercizi di vendita della stampa quotidiana e periodica, vengono classificati e distinti, dall’art 23 del codice regionale del commercio, in due categorie : a) esclusivi ; b ) non esclusivi.

A)   Gli esercizi di vendita esclusivi sono obbligati a vendere sia i quotidiani che i periodici.
Rientrano in questa categoria anche gli esercizi che, in regime di vigenza della L n 416/1981, vennero autorizzati a vendere quotidiani e periodici, sia in maniera esclusiva che in aggiunta ad altre merci:
Ai sensi del comma 6 dell’ articolo 14 di detta legge 416, infatti, l’autorizzazione per vendere quotidiani e periodici poteva essere rilasciata sia come esclusiva, sia come abbinamento ad altri settori merceologici. Si poteva avere, quindi, un abbinamento tipo: alimentari ( Tab I ) + giornali e riviste;oppure Articoli sportivi ( Tab XIV) + giornali e riviste; Tabacchi + giornali e riviste,ecc.

B)  Gli esercizi” non esclusivi” sono quelli che, in aggiunta ad altre merci, sono autori8zzati a vendere:
– soli quotidiani;
-soli periodici;
– quotidiani e periodici insieme.
Sono parimenti considerati come “ non esclusivi” , gli esercizi che hanno effettuato la sperimentazione di cui all’art 1 della L n 108/1999, per la vendita di quotidiani, oppure di periodici; oppure di quotidiani e periodici insieme…(>>Continua)


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>