Questo articolo è stato letto 17 volte

Gestione in house delle farmacie comunali

Servizi pubblici locali – farmacie comunali – modalità di gestione – disciplina – art. 113 t.u.e.l. – preclusioni all’in house providing – non sussistono

 Consiglio di Stato, Sez. III – Sentenza 4 settembre 2015, n. 4120

Allo stato e pur dopo l’abolizione dell’art. 23-bis del d.l. 112/2008 e del conseguente art. 15 del d.l. 25.9.2009, n. 135 (conv. modif. dalla legge 20.11.2009, n. 166) ad opera del referendum ed in forza del d.P.R. 18.7.2011, n. 113, gli artt. 113 e ss. del d.lgs. 18.8.2000, n. 267 regolano l’intera materia sulle forme giuridiche di prestazione dei servizi pubblici locali, determinando l’abrogazione delle leggi anteriori che regolavano quelle inerenti ai  singoli servizi. Sicché il sistema di gestione dei servizi farmaceutici comunali ex art. 9, comma 1, della legge 475/1968 è stato abolito, pure nella parte in cui previde che le farmacie comunali potevano esser gestite mediante società di capitali, seppur a condizione che avessero come soci i farmacisti i quali, all’atto della costituzione di queste ultime, fossero in servizio nelle farmacie di cui il comune avesse la titolarità (cfr. così Cons. Stato, sez. III, 9.7.2013, n. 3647). Come si vede, l’abolizione sia del d.l. 112/2008, sia del d.l. 135/2009 ha definitivamente ricondotto i metodi di gestione delle sedi farmaceutiche sotto l’imperio della disciplina unitaria ed esclusiva recata dall’art. 113 del t.u.e.l., onde non vi sono più, quand’anche vi fossero mai state, preclusioni all’in house providing. Ma tali preclusioni, al di là dell’opera di razionalizzazione discendente da detto referendum, neppure si sarebbero potute dire esistenti sotto la vigenza del ripetuto art. 9, comma 1, almeno per quanto attiene al mantenimento del servizio farmaceutico in mano pubblica. Infatti, l’impresa in house, appunto grazie al c.d. “controllo analogo”, costituisce al contempo la nuova forma dell’azienda speciale ed il modello ordinario (e non certo derogatorio) di gestione pubblica dei servizi pubblici locali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>