Questo articolo è stato letto 208 volte

In primo piano

IL CASO – circolo privato – attività di trattenimento – locali diversi

circolo4

Un’associazione che possiede un circolo privato di somministrazione, ha un immobile con un locale, separato dall’esercizio dove effettua la somministrazione ai soci, per cui ha richiesto l’agibilità art. 80 TULPS come locale d’intrattenimento e svago. È loro intenzione, affittare il locale a soggetti esterni, che chiederanno di volta in volta le dovute autorizzazioni. In alcuni casi però, vogliono usare il locale da ballo per feste riservate ai soci.

In questo caso, non necessitano dell’autorizzazione ai sensi dell’art. 68 del TULPS, ma mi domando se le norme relative al personale addetto alla sicurezza devono essere comunque applicate dal Presidente dell’associazione? o quali prescrizioni impartire a fronte di una capienza max di 280 persone.

 

Vuoi conoscere la risposta dei nostri esperti? Continua a leggere QUI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>