Questo articolo è stato letto 84 volte

IL CASO – falegnameria – due attività – svolgimento congiunto

falegnameria

Una persona vorrebbe avviare l’attività artigiana di produzione di stecche da biliardo. Utilizzerebbe in condivisione gli stessi locali all’interno di un capannone artigianale dove è già presente un’altra ditta che svolge attività di falegnameria. Regolerebbero la suddivisione degli spazi con un contratto di affitto di parte dei locali, non separati fisicamente. La nuova ditta porterebbe all’interno del capannone alcuni macchinari di sua proprietà per lo svolgimento della propria attività di produzione di stecche da biliardo e in modo residuale utilizzerebbe i macchinari già presenti all’interno della falegnameria. L’ingresso al capannone è unico, la sede delle due ditte sarebbe la medesima. Entrambe le ditte non hanno dipendenti. Si chiede se è possibile che due ditte distinte utilizzino lo stesso capannone con una separazione solo virtuale di alcuni spazi e condividendo in parte i macchinari di ciascuno.

 

Vuoi conoscere la risposta dei nostri esperti? Continua a leggere QUI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>