Questo articolo è stato letto 258 volte

IL CASO – Spettacolo viaggiante – Luna park – Licenza

luna park

L’Amministrazione Comunale è intenzionata a “regolarizzare” la gestione delle attrazioni dello spettacolo viaggiante (giostre) che richiedono di partecipare alle manifestazioni temporanee più significative nella nostra realtà locale (sono essenzialmente 2 le ricorrenze previste); di solito il numero di attrazioni che vi partecipa non supera le 10 giostre, le quali vengono fatte posizionare in una pubblica piazza dove sono disponibili anche i relativi allacciamenti.

Ciò premesso e in assenza di una fonte regolamentare interna, è più opportuno gestire queste dieci giostre come singole attrazioni a cui rilasciare la licenza ex art. 69 TULPS (come finora è stato fatto) oppure sarebbe più corretto considerare l’intero assetto come un piccolo “parco divertimenti” disciplinando gli aspetti di sicurezza come le distanze minime, gli allacciamenti etc.?

In tal caso, il Comune (che risulterebbe l’organizzatore del luna park) sarebbe tenuto a convocare la Commissione di Vigilanza anche a fronte di un’ipotetica affluenza prevista inferiore alle 200 persone? e chi potrebbe attestare il numero massimo di persone che potenzialmente potrebbero affollare l’area, trattandodi di una pubblica piazza?

 

>> Vuoi conoscere la risposta del nostro esperto? Continua a leggere QUI

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>