Questo articolo è stato letto 224 volte

La forma fa sostanza e l’informazione fa legge!

Moduli unificati per istanze, SCIA e mere comunicazioni e pubblicazioni sui siti istituzionali vincolanti ai fini della determinazione del corredo documentale massimo da richiedere all’interessato, sono l’oggetto della norma di cui all’ art. 2 del D.Lgs. 30/6/2016, n. 126.
I moduli unici, peraltro, sono contemplati nel provvedimento cosiddetto “SCIA 2”, il cui schema di decreto, in applicazione dell’art.5 L.124/2015, ha ricevuto in conferenza unificata parere positivo, ancorché subordinato a condizioni. La pubblicazione obbligatoria, a carico dell’amministrazione procedente, della documentazione necessaria in relazione ai singoli regimi amministrativi, anch’essi  sommariamente individuati nel medesimo schema di decreto, pur essendo prevista e disciplinata già in altre disposizioni vigenti, registra ora una certa recrudescenza sul piano delle sanzioni, in caso di inosservanza delle nuove norme, segnatamente sul pi ano disciplinare.
.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>