IL CASO – affitto locali – feste – attrezzature

» Quesito

Il proprietario di una villa storica vuole adibire alcuni locali della stessa per feste di compleanno, matrimoni ed altri eventi. Oltre alle scie di somministrazione temporanea di alimenti e bevande da presentare per ogni singolo evento ci si chiede quali siano gli altri adempimenti a carico del proprietario per quanto riguarda il TULPS. Trattandosi di eventi privati destinati ad una precisa cerchia di persone e quindi non aperte ad un pubblico indistinto è necessario il rilascio della licenza art. 68 come locali di intrattenimento e svago previo rilascio licenza art. 80 sempre del TULPS?

» Risposta

Da quanto sembra indicare il quesito si direbbe che l’interessato intenda concedere in affitto parte dei locali della villa storica in forma imprenditoriale; nel quesito però non viene fornita alcuna indicazione circa l’utilizzo che se ne farà e circa le attrezzature che saranno collocate all’interno, senza tali indicazioni non è possibile fornire ulteriori informazioni circa le autorizzazioni o comunque titolo autorizzativi che necessitano. Se l’interessato si limita a concedere in affitto i locali  egli non deve richiedere alcuna licenza tulps ma verificare  se occorre una particolare destinazione d’uso dei locali sentendo il parere dell’ufficio urbanistica di codesto comune. Se invece procura a colui che affitta fiorista, catering, musicista ecc.. dovrà dotarsi della comunicazione di cui art.115 tulps

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.