IL CASO – artifici pirotecnici – licenza – trasporto

» Quesito

Buongiorno. Un privato vuole festeggiare una ricorrenza assolutamente privata (compleanno, matrimonio…) presso la propria villa, con ingresso e partecipazione all’evento ovviamente riservato ai familiari e amici invitati. Avrebbe intenzione di far sparare fuochi d’artificio, tramite ditta autorizzata. E’ obbligatorio il rilascio della licenza di cui all’art. 57 tulps? Deve essere attivata la Commissione Tecnica Prefettizia per le materie esplodenti, con conseguente sopralluogo presso la privata abitazione? Dipende tutto da classe di pericolosità dei fuochi? La Questura del luogo ove ha sede la ditta dei fuochi artificiali chiederà il nulla osta al trasporto? Grazie. LB

» Risposta

Al fine di assicurare sia la sicurezza relativa allo sparo, all’idoneità del luogo, sia la capacità tecnica del fuochino non solo per lo sparo ma anche per il trasporto, non potrà fare alcuna differenza il fatto che si tratti di evento privato o pubblico. Quindi tutte le cautele che normalmente vengono attuate dovranno essere rispettate. Come detto il luogo oggetto del lancio dovrà essere dichiarato idoneo da parte dell’apposita commissione, e la licenza di sparo sarà intestata al fochino  sulla base della propria licenza; il trasporto potrà avvenire solamente se codesto comune indicherà che è stata rilasciata, o ce ne sono i requisiti per il rilascio, della licenza e quindi sarà emesso il nulla osta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.