IL CASO – commercio su area privata – esibizione prodotti – consegna al domicilio

Una ditta svolge l’attività di vendita presso il domicilio del consumatore di prodotti di bellezza. Vorrebbe, in aggiunta, aprire un locale aperto al pubblico, nel quale farebbe entrare i possibili clienti per visionare i prodotti e provarli. In caso di intenzione di acquisto degli stessi, questi verrebbero ordinati e consegnati direttamente al domicilio del consumatore. Si chiede se tale fattispecie si configura come apertura di un esercizio di vicinato, in considerazione che la vendita si conclude, di fatto, all’interno del locale, nel momento in cui il cliente sottoscrive un contratto o un ordine, indipendentemente dal fatto che il pagamento e la consegna avvengono in un momento successivo e presso il domicilio del cliente medesimo. Se invece il locale venisse aperto al pubblico esclusivamente per pubblicità della propria attività e per provare i prodotti che poi verrebbero venduti presso il domicilio del consumatore, si chiede quale tipo di pratica occorrerebbe presentare al Suap.

 

Vuoi conoscere la risposta dei nostri esperti? Continua a leggere QUI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.