IL CASO – somministrazione – catering – SCIA

» Quesito

La somministrazione di alimenti e bevande, organizzata da un catering in una villa storica, per un banchetto di matrimonio e/o compleanno, quini non aperta al pubblico, ma solo a favore dei diretti interessati/invitati, quindi riservata ad una cerchia ristretta di persone, necessita della presentazione della relativa scia di somministrazione temporanea di alimenti e bevande al Comune dove ha luogo l’evento ogni volta che questo viene organizzato e soprattutto della notifica sanitaria dell’ULSS territorialmente competente?

» Risposta

La SCIA UNICA per lo svolgimento dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande deve essere presentata nel luogo dove ha sede l’impresa ovvero dove hanno sede i locali dell’azienda all’interno dei quali si custodiscono i mezzi di trasporto, le attrezzature e gli alimenti per il catering. Una volta presentata tale SCIA per la somministrazione a domicilio questa consentirà la somministrazione al domicilio dell’acquirente in qualsiasi luogo del territorio nazionale dove questo si trovi.

 

 

TI CONSIGLIAMO

I volumi Maggioli Editore per il Commercio

main product photomain product photo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *