Questo articolo è stato letto 155 volte

IL CASO – somministrazione – circolo privato – distributore

Un’associazione sportiva ha presentato la Scia per somministrazione in circolo con caratteristiche di ente non commerciale non aderente ad Enti o Organizzazioni nazionali. Nella Scia – parte sanitaria – ha indicato che la somministrazione avviene anche a mezzo distributore automatico. La ditta pertanto esercita la somministrazione in locale apposito (bar interno riservato ai soci) ed all’interno ha anche distributore automatico di alimenti e bevande in comodato gratuito. Siamo a chiedere se la ditta debba presentare due Scia, una per l’avvio dell’attività di somministrazione in circoli ed una per l’avvio dell’attività di somministrazione a mezzo distributore automatico oppure secondo Lei è sufficiente la Scia per l’avvio dell’attività di somministrazione in circolo? Dal punto di vista poi dei requisiti professionali riteniamo che non essendo dovuti per la Scia “principale” di somministrazione in circolo, naturalmente non sono dovuti nemmeno per la somministrazione a mezzo distributore automatico che avvenga al suo interno (quindi non dovrà essere compilata la relativa parte della Scia per la somministrazione a mezzo distributore automatico, se dovuta).

 

Vuoi conoscere la risposta dei nostri esperti? Continua a leggere QUI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *