Proroga concessioni demaniali marittime ad uso turistico-ricreative

Il segretario generale dell’Anci, Veronica Nicotra, con una lettera indirizzata ai capi di gabinetto del presidente del Consiglio dei Ministri, del ministro delle Infrastrutture e Trasporti e del ministro del Turismo, esprime l’urgenza di stabilire un incontro per affrontare in modo costruttivo la questione delle proroghe delle concessioni demaniali  marittime ad uso turistico-ricreative con lo scopo di  individuare soluzioni concrete che restituiscano certezza giuridica all’operato dei Comuni.

L’automatismo della proroga quindicennale contenuta nella legge n. 145/2018, poi confermato dall’articolo 182 comma 2 del DL 34/2020 del decreto Rilancio, spiega Nicotra nella lettera, ha infatti generato un contrasto tra disciplina interna e normativa europea nonché un corposo contenzioso, sia in sede ordinaria che amministrativa, stante la difficoltà di individuare comportamenti e azioni amministrative omogenee e certe nella loro legittimità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.