Questo articolo è stato letto 5 volte

C. Cassazione: obbligo di emissione scontrino fiscale per i commercianti

Una recente sentenza emessa dalla Corte di Cassazione, la  n. 19626 dell’11settembre 2009 invita i commercianti a prestare maggiore attenzione all’emissione dello scontrino fiscale.
La dimenticanza, infatti,  può costare multe salatissime.
D’ora in poi i commercianti che non adempiono l’obbligo di emettere lo scontrino fiscale e consegnarlo al cliente potranno incorrere non solo in una multa parecchio alta, ma rischiano anche che l’esercizio commerciale venga chiuso per ben due settimane. 
A confermarlo è una sentenza della Corte di  Cassazione, la quale ha dato ragione al Fisco, che si era opposto a una decisione della Commissione tributaria della Campania, troppo clemente nei riguardi di una commerciante di Caserta, che  per ben quattro volte, in cinque anni, non aveva emesso  e rilasciato scontrini.
La Suprema Corte è di diverso avviso, poiché ha imposto la chiusura forzata dell’esercizio, e ribadito con fermezza l’obbligo di emissione della ricevuta fiscale. Il cliente/consumatore, invece, non rischia la multa se non ha con sé lo scontrino fiscale, e non è neppure tenuto alla sua esibizione.

>> Corte di Cassazione Civile sez.V 11/9/2009 n. 19626

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>