Questo articolo è stato letto 4 volte

Toscana: il Consiglio regionale approva le nuove norme in materia di tutela e difesa dei consumatori e degli utenti

La commissione Attività produttive del Consiglio regionale della Toscana ha approvato le nuove norme in materia di tutela e difesa dei consumatori e degli utenti, il testo della proposta di legge ora attende l’approvazione dell’aula.
Il provvedimento sostituisce integralmente e abroga tre leggi regionali precedenti in materia (le leggi regionali n. 1/2000; n. 74/2000; n. 4/2004) ed è incentrato sul rapporto stretto con le associazioni dei consumatori che si concretizza, in particolare, nel “Comitato regionale dei consumatori e degli utenti”, organo di supporto della Regione, del quale fanno parte l’assessore regionale competente in materia, un rappresentante per ogni associazione iscritta nell’”Elenco regionale dei consumatori e degli utenti”, un rappresentante dell’Unione regionale delle Camere di commercio un consigliere regionale, che non avrà diritto di voto.
Sono previste iniziative a favore dei consumatori attraverso le loro associazioni e piani di intervento per l’informazione, la tutela della salute, l’educazione degli interessi di consumatori e utenti, la soluzione delle controversie. Il piano di indirizzo per la tutela e la difesa dei consumatori e degli utenti 2007-2009, approvato dal Consiglio regionale nel marzo 2007, mette a disposizione 750 mila euro per il biennio 2008-09.
La legge risponde adeguatamente al ruolo che le Regioni hanno in materia, tutelando al meglio i consumatori e favorendo il ruolo delle loro associazioni, che risultano centrali nel testo di legge, anche in considerazione delle recenti norme approvate dal Governo, sulla Class action”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>